PON MOVE in alternanza 2

PON MOVE in alternanza 2

Il Liceo Stefanini e il PON MOVE in alternanza 2

Il progetto insiste sulle dimensioni culturali e creative a sostegno del turismo inteso come esperienza turistica che coinvolge non solo professionalità tipiche del settore (guide, hotellerie, ristorazione, gestione delle destinazioni, etc) ma anche una molteplicità di altre figure con profili di competenza innovativi e transettoriali.

Il sistema economico regionale esprime un elevato fabbisogno di professionalità qualificate nei settori culturali e creativi. Si tratta di un ambito di iniziativa economica costituito da alcune attività core - il cuore è composto da quattro macro-domini:

1. industrie creative (architettura, design e comunicazione);

2. industrie culturali (cinema, musica, radio, tv, videogame e software, editoria, media);

3. patrimonio storico-artistico (musei, biblioteche, archivi, monumenti);

4. performing arts e arti visive (spettacolo dal vivo, arti visive) – e da un numero sempre più elevato di settori complementari – nel capitalismo contemporaneo i valori dei prodotti sono sempre più dipendenti dalla componente culturale/creativa che incorporano: nei settori Creative driven, quindi, confluiscono le attività economiche non appartenenti al core culturale ma soggette a processi di culturalizzazione (fonte: Regione del Veneto, prof. Paolo Gubitta).

La cultura e la creatività rappresentano quindi sia ambiti di sviluppo economico in sé sia risorse chiave per lo sviluppo di altri settori economici.

Tra gli obiettivi del PTOF del Liceo Stefanini ne spiccano due particolarmente coerenti con la progettualità in presentazione:

1. Formare alla cittadinanza europea nel senso di attivare un processo di unificazione ideale che non rinneghi le diverse identità, bensì le valorizzi nella condivisione dei principi di democrazia, libertà, partecipazione, rispetto e integrazione. A mettere in campo tale processo concorrono la diffusione della conoscenza delle istituzioni dell’Unione Europea, la promozione della conoscenza delle lingue e del raggiungimento di Certificazioni linguistiche internazionali, l’attuazione di stage linguistici e scambi con scuole di paesi europei.

2. Promuovere l’acquisizione di strumenti che consentano di riflettere sul mondo attuale, per interpretarne mutamenti e/o permanenze, attraverso la conoscenza del nostro passato in una prospettiva critica, non ideologica, fondata sulla conoscenza e l’approfondimento dei fatti, delle testimonianze e delle interpretazioni.

Il Liceo Stefanini di Mestre ha una programmazione didattica organizzata in quattro indirizzi di studio: Liceo Linguistico, Liceo Scienze Applicate, Liceo Scienze Umane, Liceo Economico Sociale. Tutti e quattro i settori hanno forti implicazioni con lo sviluppo dei settori culturali e creativi o a questi collegati, si tratta infatti di quell’ampio filone classificato come digital humanities, cioè un campo che unisce discipline umanistiche e informatiche. Oltre ad avere una solida formazione umanistica, chi studia informatica umanistica sa trattare contenuti culturali con gli strumenti informatici appropriati. Si tratta di competenze professionali molto ricercate dalle imprese venete alle prese con ampi processi di digitalizzazione.

Il progetto intende rispondere in via principale al bisogno degli studenti di familiarizzare precocemente con concetti e contesti creativi e culturali del panorama europeo. Il progetto, infatti, sarà un’occasione di dialogo tra i giovai partecipanti, la scuola e i referenti aziendali delle industrie creative e culturali europee coinvolte nel progetto, non solo per confrontarsi su lavoro, creatività imprenditoriale, patrimonio culturale e competitività, ma anche per far meglio comprendere agli studenti e alle scuole le nuove esigenze professionali e le competenze richieste dalle imprese.

 

Il PON MOVE in alternanza 2

La Regione del Veneto ha messo a disposizione 1,5 milioni di euro per finanziare percorsi di mobilità in alternanza scuola-lavoro all’estero, con l’obiettivo di migliorare i sistemi di istruzione e formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente.

Il bando si è rivolto agli organismi accreditati, o in fase di accreditamento, per l'ambito della Formazione Superiore in partenariato con scuole, camere di commercio, società, agenzie o associazioni e network internazionali.

Gli enti hanno potuto presentare progetti che prevedevano percorsi di mobilità in alternanza scuola lavoro all’estero, in uno dei 4 ambiti di specializzazione intelligente individuati dalla Regione del Veneto all’interno della “Smart specialisation strategy”:

- Smart Agrifood;

- Sustainable Living;

- Smart Manufacturing;

- Creative Industries.

Ogni proposta ha coinvolto studenti del quarto e quinto anno delle scuole superiori o studenti che frequentano il terzo anno dei Percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) del Veneto. Inoltre, sono state previste le seguenti attività:

- Individuazione dell’impresa estera ospitante e supporto abbinamento studente-azienda;

- Organizzazione logistica della permanenza all’estero e preparazione degli studenti al percorso di mobilità;

- Mobilità formativa transnazionale in alternanza.

I progetti hanno avuto un valore complessivo tra i 70.000 euro ei 150.000 euro.

 



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.